lunedì 24 giugno 2013

Sembra tricot ma... Un po' lo è: ecco il punto "maglia" tunisino

Sto sperimentando, confesso.
Presa da mille cose non ho più postato granché, ma proseguono le puntate su bobine.tv del video corso: ogni mercoledì un nuovo appuntamento con "Jeux de Dames - uncinetto".
La tecnica ha origine nella notte dei tempi, si mescola con aghi e ferri a punta, e gli attrezzi del mestiere più vari spuntano da ogni parte del mondo. Così, tanto per riprendere un po' la manualità con il punto tunisino, ho recuperatoun pochino di cotone "Primavera" di "Cigno nero" per una pochettina da tenere in borsetta per proteggere cellulare, occhiali,  o trovare facilmente caramelle e fazzoletto.
Ho usato due varianti di punto tunisino, che sembra leggero come maglia ma ha uno spessore al rovescio che rende più consistente il lavoro.
Si tratta, alla fine, di una striscia poi chiusa ai lati e rifInita con un giro a maglia bassa, uno a passanastro e poi ventaglietti. Un nastro per chiudere ed è fatta.
Il segreto? Lavorando solo su venti maglie, ho usato un uncinetto "normale" in bambù, liscio per caricare le maglie all'andata e con un uncino ben scavato per chiuderle al ritorno.

Nessun commento:

Posta un commento