domenica 20 maggio 2012

Un poncho baby tutto d'un pezzo

Confesso: questa volta ho dovuto realizzare un campione in miniatura per la bambola, perché non mi capacitavo di come arrivare al risultato finale. Poi ho ridotto le misure, perché volevo comunque un risultato abbastanza leggero, possibilmente entro i 100 grammi di filo. In realtà ho dovuto fare i conti con il 100% cotone "Magic line - dot" della "Anchor", che avevo trovato dal mitico Gianfranco e che conservavo gelosamente per qualche occasione speciale. Il risultato di colori e motivi è spettacolare ed è subito piaciuto alla nativa digitale (doveva essere un regalo...). Così ho avuto subito la scusa per ridurre le dimensioni.
Il filato è molto bello, spesso e poco ritorto, per cui su 50 grammi offre solo 70 metri...
Uncinetto numero 5 per mantenere la morbidezza, metro alla mano e un punto fitto ma elastico come il "point granite", che la mia amica Emanuela chiama invece "punto riso" come nella maglia ai ferri (una maglia bassa e una catenella, nella riga succesiva la maglia bassa si lavora nella catenella): ho fatto così, una striscia rettangolare di 17 centimetri incrociata con un'altra uguale. Non ho cucito (non sia mai!): arrivata a 32 centimetri di lunghezza ho continuato in modo perpendicolare, in modo da avere una larghezza di 32 centimetri e altri 17 di lunghezza.
La piegatura finale ha fatto il resto: bisognerebbe chiudere (o cucire) ma penso metterò due o tre bottoni, per maggiore comodità nel mettere e togliere ad una bambina di due anni super impaziente.

Nessun commento:

Posta un commento