sabato 6 ottobre 2012

Il marabù più ecologico che ci sia / Eco-marabout

Morbido e volatile come un boa di marabù. Ma è un filato particolare nella fattura e nella lavorazione.
La sfida del filato pelliccioso arriva da Barbara, che di tessuti e filati ne capisce.
All'inizio, ho provato con una lavorazione che alterna righe a maglia alta e righe a maglie allungate, anche perché con tutto quel "pelo" svolazzante i disegni ed i motivi proprio non si vedono...
Allora ho provato a lavorare un filato ancora più fine con la forcella: con una apertura di 6 centimetri, la lavorazione si stringe subito e diventa una vera impresa cercare gli occhielli per chiudere i due lati.
Con l'apertura massima della forcella a 10 centimetri, e poi chiudendo le maglie ad una ad una, senza togliere il lavoro dai rebbi, andiamo un pochino meglio.
Ecco l'effetto di una striscia.
Ne aggiungerei volentieri una seconda o anche una terza, ma devo prima studiare il modo per contare gli occhielli, in modo da avere strisce tutte uguali, e poi per unirle...
La sfida è aperta: avete suggerimenti?

Nessun commento:

Posta un commento